Check-in
Check-out
Camere
Promocode

Cosa dicono di noi nel mondo

Alcune recensioni trovate sulle principali testate internazionali

La città più sexy The Sunday Time Travel
(...) L'Orange Hotel retro chic anche un po' kitsch, eccentrico e colorato.E come dice il suo nome c'è abbastanza arancio da non ammettere altre sfumature. (...)

Roma Louis Vuitton guida 2010
Nel quartiere Prati, molto amato dai romani, esattamente a metà strada tra Castel Sant'Angelo e il Vaticano, questo audace alberghetto risulta essere un'eccezione. L'ingresso dell'hotel può essere fuorviante, poiché è situato in un immobile dove sono presenti delle banche. Del resto, lo stesso hotel è stato ricavato dai locali di un ex commissariato di Polizia ….Molto design, eco e sensory hotel, l'Orange si pone come uno spazio assolutamente "nature " . Che non rinuncia però a seguire le tendenze della moda. Il suo proprietario, Gabriele Merico, lo ha concepito come una sfida ai grandi complessi alberghieri. Il suo mantra "life is Orange" si ispira a Jacques Prèvert i cui versi appaiono sulle pareti: "un'arancia sul tavolo . Il tuo vestito sul tappeto e nel mio letto tu……" E così tutto è arancio: i tavoli, le porte , i pouf , e solo qua e la il colore dominante è temperato da altre tonalità , tra cui il grigio. I bagni sono semplici, con doccia o vasca, ma ben concepiti. La prima colazione è servita all'ultimo piano, sulla terrazza con vista mozzafiato sulla cupola di San Pietro . Sui tetti troverete anche una Jacuzzi , da sfruttare quando il tempo lo permette , e il ristorante Trattoria sul tetto che propone piatti bio e menù a base di prodotti genuini.

Roma e Città del Vaticano Touring Club guida 2011
Un luogo in cui classico e contemporaneo si mescolano fino a creare quasi uno stile nuovo e il risultato è un albergo di grande carattere, valido esempio di boutique hotel.

Roma Routard guida 2011
Un hotel natural chic? "Natural" vuol dire che qui ci si sforza di rispettare la natura utilizzando pannelli solari per scaldare l'acqua. E "chic"allora? Noi diremmo piuttosto trendy visto che il nome Orange Hotel non mente. L'Orange è il colore dominante, dall'illuminazione dei bagni alle poltrone, arrivando ad una vespa che decora l'accogliente lobby… Molto pop! Belle le camere di design, confortevoli e originali. Terrazza panoramica con jacuzzi, bar e ristorante. Accoglienza molto piacevole.

Guida Gambero Rosso 2009
Hotel dal design moderno e ricercato nel quartiere Prati. Ospita in camere insonorizzate e confortevoli, con complementi anallergici. Bella Terrazza solarium con vista sulla cupola di San Pietro .

First Panorama n.3 2008
E' il primo fruit hotel d'Italia (della nuova catena Fruit Hotels) e gioca tutto sui colori e i profumi dell'arancia. All'Orange Hotel Rome si vive un'atmosfera inusuale, dove il classico e il contemporaneo si fondono in 26 stanze accoglienti che distano pochi minuti a piedi dalla Basilica di San Pietro, dai Musei Vaticani e da Castel Sant'Angelo. I colori predominanti sono l'arancio combinato con il bianco e il grigio,in un arredamento che fonde Art Dèco, gli anni Sessanta americani e il soft design. "Siamo un tre stelle superiore, categoria che in Italia non esiste" spiega il direttore Gabriele Merico. "Ma è una definizione a cui teniamo particolarmente perché definisce un'ospitalità particolare che, attraverso, per esempio, un design dolce e accorgimenti ecologici e sensoriali, ci permette di rivolgerci a un target giovane in grado di apprezzare il natural chic". Cosi gli ambienti sono pervasi da una piacevolissima essenza aranciata, i prodotti per il corpo, rigorosamente anallergici, non vengono testati su animali, l'energia viene prodotta con panelli solari e la raccolta differenziata è prevista all'interno di ogni stanza. Il tutto all'insegna del motto internazionale: "Comfort, you and the planet" nel rispetto dell'ambiente.

Petit futé Guida Città Roma 2010-2011
Questo nuovo eco hotel 4 stelle ci stupisce per la sua originalità e per i suoi servizi degni di una struttura di lusso. In linea con la sua filosofia "natural chic", molta attenzione viene data al rispetto della natura. L'hotel dispone di 26 camere di cui 3 junior suite con doccia in bagno e vasca in camera. In tutto l'hotel predominano l'arancione il grigio e il bianco . l'arredamento è curato nei dettagli, moderno, curioso, e ispirato al decò americano degli anni 60 e a quello francese degli anni 20. Nella sala lobby non potete perdere la magnifica Vespa grigia con la sella arancione, ovviamente ...un omaggio al design italiano! All'ultimo piano potete trovare il bar e il ristorante con uno spazio"finger food" se vi prende la voglia di mangiare con le mani. Di fronte alla terrazza una magnifica vista su San Pietro , che sarà il luogo ideale per la colazione o per bere un cocktail. All'ultimo piano troverete una jacuzzi da poter utilizzare in privato ascoltando della musica che inviata a sognare. L'atmosfera è simpatica, giovane e alternativa …

Dal tramonto all'alba Vogue Blog 9 aprile-2010
(...)e dopo tutto questi giri godetevi un Martini al Roof, il ristorante segreto sulla terrazza con la miglior gestione, a via crescenzia 86, all'interno dell'Orange Hotel, (il nome deriva dal tipico colore dei palazzi della zona). Per rendere il vostro aperitivo al tramonto e la vista di sanpietro ancora più decadente c'è anche la Jacuzzi sulla terrazza!! (...)

Serate di gusto sui tetti più glam di Roma 2009
(...) Un nuovo indirizzo in zona San Pietro, a Via Crescenzio, è l'Orange Hotel dove Art decò, anni 60 e soft design, fondono classico e contemporaneo in uno stile a metà fra boutique e design hotel. (...)

Trattoria sul tetto la Repubblica 31 10 09
(...) E' proprio sulla terrazza tra i tetti del quartiere Prati questa simpatica trattoria arredata con mobili colorati Kartell e tovaglie a quadri bianchi e rossi. In sala il cordiale Riccardo Gandoglia e in cucina il bravo Vincenzo Viola fanno arrivare in tavola un menu fatto di pasta all'amatriciana, cacio e pepe o gricia. Ma una volta giunti in questo ristorante, vale assaggiare i carpacci o le tartare di carne, i tortini di melanzane, scamorza e pomodoro o la mousse di ricotta salata. A seguire tagliate, hamburger, straccetti di manzo nonché dessert fatti in casa come il tortino al cioccolato e la mousse di ricotta e vaniglia. Anche piatti kosher o vegan friendly. 33 euro.(...)

Mete grand tour Il Giornale 27 giugno 2010
Orange Hotel interpreta il concetto di boutique hotel in spazi e atmosfere confortevoli ed avvolgenti per fare di un soggiorno in hotel a Roma un'esperienza multisensoriale. L'Orange Hotel di Roma, è il luogo dove Art decò, gli anni 60 e il soft design, fondono classico e contemporaneo in una libera interpretazione di stile: un gioco di sperimentazioni inedite dell'architettura d'interni dove anche il particolare è linee morbide e colori frizzanti. Le 26 camere dell'Orange Hotel, come gli ambienti comuni, sintetizzano il concetto di boutique hotel, design hotel, eco hotel, sensory hotel, in una proposta d'accoglienza di servizi eccellmeenti e inti atmosfere.La terrazza panoramica sulla parte superiore ospita il lounge bar e il ristorante "Roof-trattoria sul tetto", che propone una cucina tradizionale italiana e piatti tipicamente romani. La vasca idromassaggio panoramica "Orange Sparkling & Fresh" sulla parte superiore del tetto permette ai nostri ospiti di godere di un' ora privata e rilassante con la splendida vista della cupola di San Pietro. Lo spazio accogliente hall's "Orange Meeting & Lobby" concede intimità e tranquillità per leggere libri e riviste e diventa anche un luogo tranquillo per incontri di lavoro.

Colorami di felicità Australian Gourmet Traveller 03 20 08
L'Orange è il nuovo nero, almeno nella città eterna. Roma. Non devi amare l'arancio per soggiornare nel nuovo funky boutique Hotel vicino al Vaticano, ma i fan del design anni 70 saranno nel loro . L'arredamento dell'Orange Hotel è tutto caratterizzato dal colore arancio, dai lampadari arrotondati al tostapane retrò nella sala colazione con la vista della Basilica di San Pietro. Ma l'Orange non è bloccato in una sola fase temporale: è eco-friendly, con riscaldamento a energia solare e scritte sull'ascensore che invitano a salire a piedi la larga scala in marmo. Le panche arancio ai piedi del letto non sono solo per bellezza ma all'occorrenza creano un' altro letto singolo.

Time out Tel Aviv luglio 2009
Siamo spiacenti l'articolo è consultabile solo in PDF nella lingua originale.
Scarica il PDF

Roma c'è Trattoria sul tetto la tartare con vista
Oltre a quelli deluxe del Centro, anche un hotel "giovane" e colorato (e ben ubicato) come l'Orange ci prova. Piazzando la sua "sirena" golosa sul roof, dotandola di sala nitida (bianco e acciaio a prevalere) e bella terrazza dalla vista suggestiva. L'attenzione al cibo peraltro non sfocia in conti "aggressivi" (si va sui 45 euro) e le smanie di break even sono graduate. Tanta carne (tartare e battuta di danese), cicoria e fave con peperoni cruschi (citazione sudista), cacio & pepe e gricia (e si gioca in casa), bigoli alici, capperi e pomodorini. Poi griglia, afflati country come lo scortichino di maiale con misticanza, o casalinghi come le polpette con purè. Ricotta soffiata e tiramisu alla nocciola per chiudere.

Dormire a roma flair city poket luglio 2010
(...) Ti senti immediatamente bene quando soggiorni in questo hotel anni '70 a pochi metri dal Vaticano. Il personale è molto accogliente e amichevole. Il plus assoluto è la colazione; la farai con vista panoramica della Città. (...)

Dove e quando a roma Bell'Italia ottobre 2010
(...) Design hotel a due passi dal Vaticano con terrazzapanoramica su San Pietro.Di ispirazione minimalista tra Art Decò e anni sessanta,offre 26 camere.Doppia da 96 euro a notte. (...)

Roma
L'arrivo della bella stagione ha risvegliato nei romani, come ogni anno, la voglia di uscire e di frequentare locali all'aria aperta, anche per mangiare. Sono tanti i ristoranti dotati di un piccolo dehor, mentre sono meno numerosi quelli ospitati su terrazze con piacevole vista sulle molteplici bellezze della Capitale.VISTA SU SAN PIETRO " Una di queste è la tavola sul roof dell'Orange Hotel, nei pressi di piazza Risorgimento.Non si tratta però del classico ristorante gourmand che ci si potrebbe aspettare in un contesto del genere, bensì d'una trattoria pur se rivista in chiave moderna. Le sedie di design in plastica colorata, così come lo sono i muri, i tavoli dal piano in vetro e le rappresentazioni dei grattaceli alle pareti, infatti, donano all'insieme un look modaiolo. Che nella piccola saletta, nella veranda attrezzata per essere fruita tutto l'anno e nell'ampio spazio all'aperto tappezzato di erba sintetica si respira aria da trattoria, ce lo ricorda una cucina di sostanza, riportata in una carta simpaticamente incollata a dei dischi in vinile.TEMPO PER IL PANORAMA " In tale semplicità, stona davvero una lista dei vini che è giustamente dimensionata in considerazione della natura della proposta gastronomica, ma che colpevolmente non riporta l'annata (tranne che in sparute eccezioni) e soprattutto presenta dei ricarichi elevati, addirittura vertiginosi in dei casi. Giudizio difficile quello sul servizio, che se da una parte convince per cortesia e disponibilità, presenta delle lungaggini eccessive, dando a volte all'avventore la sensazione di essere dimenticato.FRA TORTINI E RIGATONI " La nostra esperienza è cominciata all'insegna delle verdure, con due tortini gustosi ed equilibrati: di verdure con ragù di pomodorini e di melanzane con scamorza affumicata. A seguire una versione alleggerita dell'amatriciana, delle mezze maniche con guanciale e pomodoro fresco, saporite e ben cotte. Fra isecondi, invece, l'hamburger speziato della trattoria era come promesso nel nome, con la carne che purtroppo, inquanto di qualità, passava in secondo piano; qualche appunto anche sugli involtini di manzo con erbette al vinobianco, leggermente secchi seppur gustosi. Chiusura a fasi alterne con un buon tortino di cioccolato a cui ha fattoseguito un caffè dal corpo debole e dalla crema sottile.Trattoria sul Tetto - Via Crescenzio, 86 (Prati) " Tel. 06/68803158 " Chiuso: mai " Sito internet: semplice ma con il menù con tanto di prezzi " Prezzo medio: 35 euro Simone Cargiani

The eco way Drome n18 autunno 2010
Roma caput mundi. Ma di un mondo in pace con la natura e in accordo con il buon vivere. Piacevolmente possibile, e a pochi passi dai simboli d'arte e architettura della capitale, negli spazi del singolare ORANGE HOTEL, il primo albergo natural -chic, succoso e colorato esemplare della FRUIT HOTELS . L' ambiente si riconcilia con le sperimentazioni inedite, ma soft, dell'architettura d'interni e del confort, supportato dall'energia prodotta da panelli solari, dalla luce delle lampade a basso consumo energetico e, persino, dalla proposta di raccolta differenziata nei cestini delle camere e dall'uso di prodotti 'solovetro' di qualità per il frigobar. All'Orange Hotel di Roma, classico e contemporaneo, Art Dèco, anni '60 e smooth design si mescolano in luoghi che propongono un'esperienza realmente multisensoriale.Vista, olfatto, tatto e di certo anche il gusto,rintracciano stuzzicanti argomenti nella terrazza panoramica con il lounge bar e il ristorante 'Roof-trattoria sul Tetto', dove genuini prodotti DOP si declinano in ricette della tradizione culinaria italiana e tipica romana. Concedersi il lusso di essere attenti alla salute del pianeta senza privarsi di attenzioni ed eleganza, è difatti la filosofia applicata nelle 26 camere all'insegna dell'eccellenza nell'alloggio, in versione deluxe e junior suite. A cio si affianca l'accogliente luogo che invita alla riservatezza e alla tranquillità, l'Orange Meeting &Lobby: uno spazio che consente di dedicarsi ad un momento di lettura o ad un incontro di lavoro. Infine, in cima alla lista delle meraviglie, la vasca idromassaggio panoramica 'OrangeSparkling&Fresh', da scoprire sulla parte superiore del tetto , che permette di godere di un ora di relax privato a cui fa da sfondo la cupola di San Pietro.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.. Informazioni. ok